Shakespeare
Home Su

CRONOLOGIA
AUTORI
San Francesco
Guinizzelli
Dante
Petrarca
Boccaccio
Machiavelli
Guicciardini
Ariosto
Tasso
Galileo
Goldoni
Shakespeare
Parini
Alfieri
Foscolo
Leopardi
Manzoni
Carducci
Verga
Pirandello

WILLIAM SHAKESPEARE

Stratford-upon-Avon 1566 – 1616  

bullet

biografia

bullet

L’Inghilterra ai suoi tempi:

bullet

Il teatro contemporaneo

bullet

Il mercante di Venezia 

bullet

Romeo e Giulietta 

bullet

Otello 

bullet

Amleto 

bullet

Macbeth[4] 

Uno dei maggiori drammaturghi nella Londra di Elisabetta I e di Giacomo I

Vive e scrive tra gli ultimi due decenni del ‘500 e i primi due decenni del ‘600

biografia:

bullet

Un velo misterioso:
bullet

83 varianti ortografiche del suo nome

bullet

molteplici leggende ed aneddoti su di lui, ma poche notizie certe

bullet

B. Croce rifiuta la tesi di S. come personaggio fittizio dietro a cui si nascondono altri due autori inglesi, ma confessa che pochi dettagli ci consentono di “strappare il velo misterioso che sembra avvolgere la sua figura”

bullet

l’ultima sua biografia italiana ha per sottotitolo “sulle tracce di una leggenda”

bullet

per conoscerlo dobbiamo frugare negli indizi delle sue opere

bullet

biografia certa:
bullet

Famiglia agiata ma non nobile: terzo di otto figli di un ricco guantaio o proprietario terriero, che era stato balivo della sua città

bullet

Battezzato tre giorni dopo la sua nascita

bullet

Frequenta una buona scuola locale

bullet

Sposa a 18 anni una donna più anziana di lui di otto anni e diventa subito padre di una bambina e di due gemelli

bullet

Si trasferisce a Londra verso il 1585 come commediografo, attore e impresario di una compagnia teatrale

bullet

1594: comproprietario del nuovo teatro “The Globe”

bullet

1600-1610: trionfano le sue tragedie

bullet

1603: diventa Uomo del Re, protetto cioè da Giacomo I, in quell’anno salito al trono

bullet

ritorno a Stratford dove continua a comporre fino alla sua morte

L’Inghilterra ai suoi tempi:

bullet

Staccatasi dalla Chiesa di Roma con la Riforma Anglicana realizzata da Enrico VIII verso il 1530

bullet

Elisabetta I (1558-1603) sconfigge l’Invincibile Armada (1588) e dà impulso al commercio – disagi e tensioni perché non ha eredi maschi

bullet

Nuova filosofia razionale di Bacone (1561-1626)

bullet

Prosa filosofica di Tommaso Moro (Utopia 1515)

bullet

Petrarchismo che diventa eufuimismo (stile fiorito e ridondante) in John Lily

Il suo teatro:

bullet

il teatro contemporaneo:
bullet

black verse o pentametro giambico non rimato

bullet

attori solo uomini e giovani nelle parti femminili

bullet

scena circolare al centro del pubblico in piedi

bullet

scarsissima scenografia, sfarzo dei costumi, gestualità enfatica

bullet

utilizzo di musica e danza

bullet

rappresentazione violenta di un mondo violento, di cui l’individuo si assume le sue responsabilità

bullet

problemi del suo teatro:
bullet

testi poco attendibili per le troppe versioni e i tanti riadattamenti postumi[1] - il lavoro di ricostruzione dei testi continua fino ad oggi

bullet

datazione incerta: possibilità di errore fino a cinque anni[2]

bullet

fonti diverse e sapientemente intrecciate:
bullet

racconti orali

bullet

molti riferimenti alla cultura circolante: leggende, storie,

bullet

fonti letterarie (grazie anche alla grande diffusione della stampa): Chaucer, Spenser, Sidney

bullet

testi latini, francesi,

bullet

cronache storiche, di viaggi

bullet

pensiero di Montagne

bullet

dubbi sulla sua conoscenza del greco, del latino (Vite di Plutarco) per i drammi storici

bullet

la cultura italiana:
bullet

l’Italia è una terra remota ed affascinante

bullet

a Venezia, crogiuolo di razze, si ambienta il Mercante di Venezia e l’Otello; a Verona Romeo e Giulietta

bullet

ha letto Machiavelli[3] (Riccardo III), Boccaccio, le novelle di Bandello (Romeo e Giulietta) , e di Giraldi Cinzio (Otello), forse l’Orlando Furioso (il fazzoletto di Desdemona)

bullet

non si sa se conosceva l’italiano ma probabilmente ha letto queste opere in traduzioni francesi o inglesi o latine.

bullet

caratteri del suo teatro:
bullet

rielaborazione di materia storica nota

bullet

le tragedie sono lo spunto storico per riflessioni su problemi e valori universali

bullet

tempo d’azione molto ridotto

bullet

generi diversi:
bullet

tragedie: Romeo e Giulietta, Amleto, Otello, Macbeth, Re Lear

bullet

commedie

bullet

drammi storici

bullet

romani: Giulio Cesare, Antonio e Cleopatra, Coriolano

bullet

inglesi: Riccardo III, Enrico,

bullet

temi del suo teatro:
bullet

il culto del potere effimero dei re (il cerchio d’oro):

bullet

Riccardo III è pronto a qualsiasi tradimento pur di ottenere il potere

bullet

Antonio nel Giulio Cesare raccoglie le spoglie dell’amico e sottrae a Bruto  il favore di Roma, che a sua volta lo aveva sottratto a Cesare

bullet

Amleto ha la coscienza che l’uomo è polvere e non resta che la morte

bullet

Il presagio di tempi migliori, l’emergere di un sovrano redentore che sconfigge le forze del male

bullet

Riccardo III

bullet

Re Lear

bullet

Visione amaramente ironica della vita: Misura per misura

bullet

Teatro come sogno che riassume la realtà, come arte che trasfigura la vita umana

bullet

Concezione negativa delle donne (Iago)

bullet

La disparità fra bianchi e neri manipolata con la figura retorica del paradosso: il nero è il colore del diavolo diventa il paradosso di veder trasferiti in un bianco (Iago) i suoi attributi demoniaci

bullet

Le forze oscure del male: Otello accusato di stregoneria da Brabanzio,

Il mercante di Venezia

Non si deve sfidare il potere costituito. L’ebreo Shylock, per vendicarsi dell’emarginazione subita, specie da parte di Antonio suo rivale in affari, chiede, come pegno del debito non saldato dall’amico Bassanio di cui si è reso garante, una libbra della sua carne, ma, per un cavillo giuridico (la carne e non il sangue) escogitato da Porzia, sposa di Bassanio e travestitasi da avvocato, viene accusato di aver attentato alla vita di un cittadino veneziano e quindi è privato dei suoi beni, della sua fede, di sua figlia, erede di tutti i suoi averi.

Romeo e Giulietta

Si può morire nella pienezza dell’amore. Romeo Montecchi ama Giulietta Capuleti ma uccide Tibaldo, cugino di lei,  poiché gli aveva ucciso l’amico Mercurio e per questo dovrà fuggire. Per sottrarsi al matrimonio programmato dal padre con un nobile, Frate Lorenzo  dà a Giulietta una pozione che simuli la sua morte, ma Romeo, credendola morta davvero, si uccide, seguito presto dalla sua amata.

Otello

Il Moro di Venezia ha sposato Desdemona, figlia del senatore Brabanzio. Iago, arrivista e traditore, odia Otello perché sospetta che gli abbia sottratto la moglie e perché gli ha preferito Cassio come suo luogotenente. Quindi inizia una serie di trame oscure: inventa una tresca amorosa fra Cassio e Desdemona per far ingelosire Otello che arriverà in breve ad uccidere la donna (innocente) che tanto amava, per poi uccidersi a sua volta accanto a lei, mentre Iago sarà arrestato.

Amleto

Il giovane principe di Danimarca è avvertito dallo spettro del padre che suo  fratello Claudio, salito al trono come nuovo marito della vedova, è in realtà il suo assassino e gli chiede di fare vendetta. Sotto l’apparenza di una malinconica follia, egli diviene il motore della storia. Sfrutta la recita di una compagnia di attori per insinuare nello zio il senso di colpa e cerca di far ravvedere la madre dal suo amore incestuoso, ma durante il loro colloquio uccide Polonio, consigliere e padre di Ofelia legata a lui da un tenero sentimento. Questo scatenerà la follia della giovane che, ormai inconsapevole, morirà annegata in un fiume. Laerte suo fratello, assettato di vendetta,  sfida Amleto in una gara di spada che, nei piani di Claudio, è in realtà una trappola in cui però tutti saranno vittime. Al principe norvegese Fortebraccio andrà la sua corona e all’amico Orazio il compito di tener viva la sua memoria tramandando la verità.

Macbeth[4]

Macbeth, valoroso generale di Scozia, uccide il re Duncan, istigato ed aiutato dalla moglie. Si realizza così la profezia delle Tre Streghe che predicono anche all’amico Banquo che lui non sarà re, ma sarà padre di re. A Macbeth, già torturato dallo spettro di Banquo,  le streghe preannunciano che non avrà nulla da temere “finché il bosco di Birnam non si muoverà” e non gli potrà nuocere “nessun nato da donna”. Dopo una serie orrenda di delitti, e dopo aver appreso freddamente della morte della regina, pazza suicida, Macbeth vedrà la sua fine: il bosco si muoverà perché i soldati che avanzano per assediarlo si sono coperti con le sue fronde e Macduff, nato con un parto cesareo, lo ucciderà. Il trono passerà così a Malcom, figlio di Duncan. La stirpe degli Stuart avrà origine da Fleance, figlio di Banquo[5], scampato alla morte e rifugiatosi in Inghilterra.

horizontal rule

[1] L’edizione più attendibile è il primo in-folio del 1623 pubblicato da Heminge e Condell, amici e colleghi nella Compagnia del Re

[2] Le date si ricavano da:

-          Il registro della corporazione dei librai, in cui si iscrivevano le opere per assicurarsene i diritti d’autore

-          I libri mastri dei pagamenti per le rappresentazioni teatrali

-          Il trattato di Francio Meres del 1598 contenente l’elenco delle opere di Sh. a lui note

-          Il manoscritto di un alchimista morto nel 1611 che conteneva l’elenco delle rappresentazioni a cui aveva assistito

[3] Sh. Eredita la “leggenda nera” di Machiavelli sorta in Francia all’epoca di Caterina de’ Medici, quando si fa risalire a lui la rapacità dei favoriti italiani. I termini “machiavellico” e “diabolico” diventano sinonimi.

[4] È la tragedia più breve: poco più che 2000 righe; appaiono circa quaranta personaggi che però, per il gioco delle entrate e delle uscite, possono essere rappresentati da circa quindici attori con molteplici parti; i ruoli fissi sono solo sette

[5] Il nuovo re Giacomo Stuart, che aveva preso sotto la sua protezione la compagnia teatrale di Sh., si proclamava discendente della stirpe di Banquo. E’ evidente l’intenzione encomiastica anche nell’apparizione di Banquo al banchetto, nella processione dei suoi discendenti e nella figura sempre positiva di questo personaggio.

una carrellata di autori in Power Point

la tabella cronologica degli autori

 per ulteriori informazioni sull'autore e il testo delle opere:
http://www.liberliber.it